@contatti|sitemap| LOGIN|
Riforme: Condominio e Professioni

Riforme: Condominio e Professioni

LaRiforma del Condominio e la Riforma delle Professioni

seminari sulla riforma del condominio e delle professioni news sulla riforma del condominio e delle professioni documenti sulla riforma del condominio e delle professioni rassegna stampa riforme del condominio e delle professioni

Speciale Riforme: Condominio e Professioni


riforma condominio a z

La riforma in pillole dalla A alla Z

Ecco una sintesi delle più importanti novità introdotte dal legislatore in materia condominiale.


AMMINISTRATORE CONDOMINIALE

Nomina: obbligatoria se i condomini sono più di otto (prima era più di 4), indipendentemente dalle unità immobiliari possedute.

Requisiti richiesti: per poter esercitare l’attività di amministratore sono richiesti specifici requisiti, rispetto a prima ove chiunque poteva amministrare un condominio. I principali sono:

  • Il godimento dei diritti civili e politici;
  • Il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore;
  • L’aver seguito uno specifico corso di formazione e curare l’aggiornamento professionale;
  • L’Amministratore-condomino è ammesso, ed è esonerato sia dal possesso del titolo di studio che dalla frequenza del corso di formazione.

Affissione in bacheca: l’amministratore è tenuto ad affiggere nell’atrio le sue generalità complete, domicilio e recapiti telefonici.
Retribuzione: va espressa in modo analitico sia all’atto della nomina che ad ogni rinnovo.
Assicurazione professionale: L’assemblea condominiale può richiederla condizionando la nomina; la copertura va aggiornata in presenza di lavori straordinari.
Rendiconto: si supera lo scarno riferimento alla resa del conto e si introduce la situazione patrimoniale obbligatoria; va approvato entro 6 mesi e l’assemblea può nominare un revisore.
Compiti attribuiti: aumentati così come le responsabilità ed i motivi di revoca. Si introducono nuovi registri.
Iniziative esterne: Potrà partecipare e collaborare a progetti e programmi territoriali in sinergia con le istituzioni locali.

 

ASCENSORE

Le spese di manutenzione e sostituzione dovranno essere ripartite come quelle delle scale ex art. 1124 c.c.

 

ASSEMBLEA

Convocazione: È ammessa anche a mezzo posta elettronica certificata o fax. Se un argomento necessita di un particolare  approfondimento, è possibile fissare più incontri consecutivi con il medesimo avviso.
Maggioranze:

Validità della costituzione.
In prima convocazione Maggioranza dei partecipanti al condominio 667 millesimi. In seconda convocaz.ne un terzo dei partecipanti al condominio 334 millesimi

Validità delle delibere
Prima convocazione | Maggioranza degli intervenuti | 500 millesimi.
Seconda convocazione | Maggioranza degli intervenuti | 334 millesimi.

Le nuove maggioranze:
Con almeno 1/3 dei millesimi si delibera in ordine a:
– contenimento consumo energetico certificato;
– produzione certificata energia da fonti rinnovabili.

Necessita la maggioranza degli intervenuti e 500 millesimi per:
– installazione antenna centralizzata e satellitare;
– superamento barriere architettoniche;
– contenimento consumo energetico;
– produzione energia da fonti rinnovabili;
– installazione impianti di produzione energia solare, eolica o comunque rinnovabile;
– realizzazione parcheggi;
– adozione sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore;
– installazione impianti di videosorveglianza;

Regole delle deleghe
– se i condomini sono più di 20, non si può rappresentare più di 1/5 dei condomini e del valore proporzionale;
– l'amministratore non può ricevere mai delghe;
– nel supercondominio: se i condomini sono più di 60, si può delegare un rappresentante per ogni singolo condominio;

 

CONSIGLIERI

Nomina: possibile negli stabili con almeno 12 unità immobiliari;
Composizione: almeno 3 consiglieri;
Funzioni: meramente consultive e di controllo.

 

CONTO CORRENTE

– E' obbligo intestarlo al condominio;
– L'estratto conto è liberamente consultabile dai condomini;

 

CONTRIBUTI CONDOMINIALI

Creditori
– possono richiedere all'amministratore l'elenco dei condomini morosi;
– possono agire a danno dei condomini solvibili solo dopo aver escusso gli altri;
Morosità
– l'amministratore ha l'obbligo di curare il recupero entro 6 mesi dalla data
di chiusura del rendiconto;
– non esiste limite minimo per l'inizio dell'azione di recupero.
Venditore: resta obbligato a corrispondere le quote condominiali se non trasmette all'amministratore copia dell'atto di compravendita.

 

ARCHIVIO

La documentazione ed i giustificativi devono essere conservati per 10 anni.

 

FALLIMENTO

Le spese relative a manutenzioni ed innovazioni diventano ora prededucibil in sede fallimentare.

 

IMPIANTI TV E PRODUZIONE DI ENERGIE RINNOVABILI

Installazione
– deve essere comunicata all'amministratore con la specifica delle modalità esecutive;
– l'assemblea può vincolare le modalità di esecuzione o richiedere un deposito cauzionale;

 

MULTA

Per violazione del regolamento multa fino a 200 euro, e fino a 800 Euro in caso di recidiva.

 

LAVORI STRAORDINARI

Diventa obbligatorio costituire un fondo di importo equivalente alla spesa per i lavori.

 

MILLESIMI

Rettifica e modifica
- richiesta la maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimi in caso di errore o alterazione superiore a 1/5 del valore dell’unità immobiliare.

 

PARTI COMUNI

La modifica destinazione d’uso:
- approvazione con: 4/5 dei condomini e 4/5 del valore millesimale;
- impedita nei tre casi: se pregiudica stabilità, sicurezza o decoro architettonico.
Azione: ad iniziativa dell’amministratore o di singoli condomini.

 

QUATTRO REGISTRI

Anche informatizzati: Anagrafico condominiale, di nomina e revoca dell’amministratore, classico dei verbali assemblee, analitico per la contabilità.

 

RISCALDAMENTO

Distacco
– consentito se non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri;
– si contribuisce alle spese di manutenzione straordinaria e messa a norma dell’impianto centralizzato.

 

SITO DEL CONDOMINIO IN INTERNET

Attivazione: su delibera dell’assemblea e spese a carico della proprietà.

 

USUFRUTTUARIO

Spese: risponde solidalmente con il nudo proprietario.


di Fabio Gerosa - Copyright ©

News sul condominio

News Condominio

Impianti condominiali SMATV IF-IF

L'impianto centralizzato IF-IF è composto da una centralina di moduli configurata con una selezione di canali Sky, scelti dall'installatore in fase di realizzazione dell'impianto, la cui distribuzione avviene mediante lo stesso cavo usato per la distribuzione dei segnali televisivi terrestri

News sul condominio

Leggi e Sentenze

Circolare Anaci Roma in riferimento al decreto Rilancio del 19 maggio 2020

Decreto Rilancio: occasione certamente unica per i condomini con la detrazione fiscale del 110%, mentre le problematiche legali e logistiche relative alle assemblee condominiali rimangono

Cerca L'Amministratore di condominio

Seguici su Facebook