@contatti|sitemap| LOGIN|
News condominio

News condominio

Notizie utili per l'Amministratore di Condominio

Cosa cambia con il decreto Milleproroghe

Le maggiori novità che emergono con l'approvazione del Decreto Milleproroghe


Tra la proroga dei crediti d'imposta per il cinema e lo slittamento del termine ultimo per accatastare gli immobili "fantasma", molte sono le novita introdotte nel testo originario del decreto in sede di conversione; tanto e "lievitata" la mole del documento da assomigliare ormai piu ad una mini-Finanziaria che non ad un semplice provvedimento di proroga di alcune norme in scadenza.

Si riportano di seguito alcune delle piu importanti disposizioni fiscali, giuslavoristiche e aziendali contenute nel decreto convertito, evidenziandone l'eventuale novita rispetto al testo originario del D.L.


Tasse automobilistiche e IRAP (art. 1) In attesa del varo definitivo delle norme sul federalismo fiscale, alle Regioni viene concessa una deroga, fino al 31 marzo 2011, ad applicare le norme su tasse automobilistiche ed IRAP anche se esse non sono conformi ai poteri ad esse attribuiti in materia dalla normativa statale, purché entro lo stesso termine si provveda a «sanare» le situazioni.
Estensione dei casi in cui e possibile ricorrere al lavoro accessorio (art. 1) In via sperimentale, fino al 31 marzo 2011, rientrano nel «lavoro accessorio» anche le attivita lavorative di natura occasionale rese nell'ambito di qualsiasi settore produttivo da parte di prestatori di lavoro titolari di contratti di lavoro a tempo parziale, con esclusione della possibilita di utilizzare i buoni lavoro presso il datore di lavoro titolare del contratto a tempo parziale.
Inoltre, sempre sino al 31 marzo, prestazioni di lavoro accessorio possono essere rese, compatibilmente con altre disposizioni, in tutti i settori produttivi, compresi gli enti locali e nel limite massimo di 3.000 euro per anno solare, da percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito.
Estensione degli ammortizzatori sociali in deroga (art. 1) Fino al 31 marzo 2011, le risorse previste nell'ambito del Fondo per l'occupazione possono essere utilizzate anche per garantire trattamenti ai lavoratori beneficiari di: 1) indennita ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti normali (art. 19, comma 1, R.D.L. 14 aprile 1939, n. 636);
2) indennita ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti ridotti (art. 7, comma 3, D.L. 21 marzo 1988, n. 86);
3) trattamento, in caso di sospensione per crisi aziendali o occupazionali ovvero in caso di licenziamento, pari all'indennita ordinaria di disoccupazione con requisiti normali per i lavoratori assunti con la qualifica di apprendista e con almeno tre mesi di servizio presso l'azienda interessata da trattamento, per la durata massima di 90 giornate nell'intero periodo di vigenza del contratto di apprendista.
Dichiarazione mensile E-mens (art. 1) Viene fissato al 31 marzo 2011 (salvo ulteriori proroghe) il varo delle nuove dichiarazioni mensili (c.d. "E-mens") a carico dei sostituti d'imposta.
Studi di settore – Pubblicazione (art. 1) Viene confermato che gli studi di settore devono essere pubblicati nella Gazzetta Ufficiale entro il 31 marzo 2011.
Modello EAS per gli enti non commerciali (art. 1) Si apre una finestra per la presentazione, entro il 31 marzo 2011, del modello EAS da parte degli enti non commerciali esistenti al 29 novembre 2008 che non vi hanno ancora provveduto.
Rifinanziamento del 5 per mille (art. 2, comma 1) Con una dote di 400 milioni di euro e rifinanziato il 5 per mille.
Proroga per gli alluvionati veneti e terremotati abruzzesi (art. 2, comma 2; art. 2, commi 3 e 3-quater, quest'ultimo introdotto in sede di conversione) I soggetti colpiti dalle alluvioni del 2010 in Veneto hanno tempo sino al 30 giugno 2011 per versare i tributi e i contributi previdenziali.
Invece per i soggetti colpiti dal terremoto in Abruzzo, viene sospeso il versamento delle rate relative al periodo gennaio 2011 – ottobre 2011, mentre viene spostato al 31 dicembre il termine per gli adempimenti diversi dai versamenti.
Proroga crediti d'imposta settore cinematografico (art. 2, commi 4 e 4-bis, quest'ultimo introdotto in sede di conversione) Sono prorogati sino al 31 dicembre 2013 (termine posticipato introdotto in sede di conversione) i crediti d'imposta per le imprese cinematografiche e imprese nazionali di produzione esecutiva e di post-produzione, che possono essere compensati anche oltre il limite annuale pari a 250.000 euro.
Addizionale sul biglietto dei cinema (art. 2, comma 4-ter) Dal 1° luglio 2011 e sino al 31 dicembre 2013 viene introdotto un contributo speciale di 1 euro a carico dello spettatore per l'accesso a pagamento nelle sale cinematografiche, ad esclusione di quelle delle comunita ecclesiali o religiose. (Norma introdotta in sede di conversione)
Carburanti – Credito d'imposta (art. 2, comma 5) Viene prorogata, per tutto il 2011, la deduzione prevista per la ristrutturazione degli impianti di carburanti per autotrazione.
Sanatoria immobili «fantasma» (art. 2, comma 5-bis) I possessori di immobili non accatastati o su cui sono stati effettuate modifiche non accatastate hanno tempo sino al 30 aprile 2011 per sanare la loro posizione presso gli Uffici dell'Agenzia del territorio.
Inoltre, per smaltire il carico di lavoro, le notifiche delle nuove rendite possono essere effettuate mediante affissione all'albo pretorio dei comuni dove sono ubicati gli immobili e contestuale avviso sulla G.U., sul sito internet dell'Agenzia del Territorio e presso gli uffici provinciali e i comuni interessati. (Norma introdotta in sede di conversione)
Proroga sfratti (art. 2, comma 12-sexies) Sono prorogati, sino al 31 dicembre 2011, gli sfratti per gli inquilini “disagiati”. (Norma introdotta in sede di conversione)
Proroga della obbligatorieta della mediazione e conciliazione (art. 2, comma 16-decies) Solo per le liti sul condominio e sul risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, l'obbligo di esperire il tentativo di mediazione e conciliazione slitta di un anno (quindi al 20 marzo 2012). (Norma introdotta in sede di conversione)
Licenza di PS per gli internet point (art. 2, comma 19) Sino al 31 dicembre 2011, chi vuole esercitare l'attivita di internet point in via principale deve richiedere la licenza di PS al Questore.
Non e piu richiesto l'obbligo di identificare i clienti nonché di monitorare le operazioni dell'utente e archiviare i relativi dati.
Agevolazioni per i contribuenti in difficolta finanziaria (art. 2, comma 20) I contribuenti che hanno chiesto la rateizzazione di cartelle di pagamento e sono in difficolta finanziarie (non hanno pagato la prima rata o successivamente due rate), possono ottenere una ulteriore proroga fino a 72 mesi. (Norma introdotta in sede di conversione)
Imposta di registro – Trasferimento di immobili compresi in piani urbanistici particolareggiati (art. 2, comma 23) I contribuenti che trasferiscono immobili compresi in piani urbanistici particolareggiati applicano l'imposta di registro in misura pari all'1% a condizione che l'intervento cui e finalizzato il trasferimento venga completato entro 8 anni (al posto dei vecchi 5 anni) dalla stipula dell'atto. (Norma introdotta in sede di conversione)
Disposizioni in materia di principi contabili internazionali (art. 2, commi 26-29) Vengono introdotte alcune norme di coordinamento tra principi IAS/IFSR (approvati dopo il 31 dicembre 2010), Codice civile e norme fiscali (Norme introdotte in sede di conversione)
Norme fiscali per le imprese bancarie (art. 2 commi 55 – 58) Per le imprese che operano nel settore bancario viene introdotto un nuovo credito d'imposta relativo alle attivita per imposte anticipate iscritte in bilancio riguardanti la svalutazione crediti non ancora dedotte dal reddito imponibile nonché l'avviamento e le altre attivita immateriali. (Norme introdotte in sede di conversione)
Riordino della disciplina fiscale dei fondi comuni di investimento (art. 2, commi 62 – 84) Viene riscritta la disciplina fiscale dei fondi comuni di investimento per uniformarla a quella dei fondi esteri (Norme introdotte in sede di conversione)
(Legge 26/02/2011, n. 10, G.U. 26/11/2011, n. 47, S.O. n. 53)

www.ipsoa.it

News sul condominio

Leggi e Sentenze

Linee guida CSP ANACI ROMA sul CONFLITTO DI INTERESSI

DEFINIZIONE:Con questa locuzione si fa riferimento a quella situazione potenzialmente od effettivamente conflittuale nella quale un condòmino (e/o l'amministratore) possa trovarsi in relazione alla gestione del condominio

Cerca L'Amministratore di condominio

Seguici su Facebook